Giacomo di Cristallo
Fiaba originale: Gianni Rodari
Anno di produzione: 2013
Adattamento e Regia: Emanuele Arrigazzi
Protagonisti: Sabrina Chiozzotto, Emanuele Arrigazzi
Fascia di età: 4-13
Durata: 60 minuti
Tipo di allestimento: teatro d’attore, di figura, ombre, teatro su nero e videoproiezioni
Trama dell'opera: Giacomo è un ragazzo comune, senza nulla di eccentrico. Estremamente dotato, ma senza caratteristiche appariscenti o stravaganti. Un ragazzo normale. Troppo normale per essere notato. Troppo “banale” per essere inserito nel “gruppo”. In definitiva … trasparente ad un mondo che non si accorge di lui. E in questo mondo, dove tutto deve apparire fuori dall'ordinario e sopra le righe per essere accettato, anche Giacomo si trova costretto a modificare se stesso per sentirsi all’altezza degli altri e ricevere la loro approvazione. L’unico modo per vincere la sua trasparenza è quello di “sporcarsi”! E così arrivano i capelli all’ultima moda, i vestiti griffati. Cambiano anche i modi di fare, sempre più impetuosi, urlanti quanto il mondo che lo circonda. Tutto si fa più veloce, meno naturale. Ma proprio al culmine di questa ossessionante “trasformazione”, Giacomo riesce a capire di aver perso la sua vera forza: la forza della normalità. Così sceglie di tornare trasparente al prossimo pur di rispettare se stesso e con sua somma sorpresa è proprio in questo momento che diventa la vera guida per tutti i suoi amici, finalmente liberi.

“ ... era il primo giorno di scuola ... sapevo che avrei trovato tanti nuovi amici... e, invece, nessuno si accorgeva di me ... era come se fossi un pezzo di cristallo ... “

Note didattiche: Rodari è il più significativo autore per "bambini": semplice, diretto, apprezzato dai più piccoli e allo stesso tempo piacevole ed appagante per i più grandi. Quella di Giacomo è una storia arguta, incisiva dove si riesce a raccontare, tra il serio e il faceto, una storia di estrema attualità. I nostri ragazzi si ritrovano, durante la loro pre-adolescenza, a fare i conti con una società che li vuole semplicemente “diversi”. La pressione mediatica gioca sulla loro debolezza e cerca di farli sentire inadatti. Per questo motivo tanti Giacomo, pieni di capacità incredibili, si dimenticano di loro stessi e cominciano un gioco di trasformazione che li smarrisce. Un gioco in cui le caratteristiche positive vengono abbandonate a discapito di esteriorità, prepotenza … chiusura.

All’interno del progetto “Prima Fila, la Casa degli Stili di Vita”, 31 territori comunali delle province di Grosseto e Siena in collaborazione con l’ASL 9 di Grosseto, danno vita ad un progetto educativo per la tutela dei nostri ragazzi che si sentono sempre più trasparenti rispetto ai modelli che la società impone loro ed hanno la sempre crescente tentazione di rinunciare alle loro peculiarità per “sporcarsi”. Un percorso comune per recuperare quei sani Stili di Vita che possano dare valore alla trasparenza dei nostri tanti, tantissimi “Giacomo”.
  RICERCA
  PRIMO PIANO
Copyright © 2012 Teatro Stabile di Grosseto - All rights reserved
  AUDIZIONI
Clicca per maggiori informazioni
- la scheda -